Sembra un normale magazzino pieno di banali scatoloni colmi di fascicoli. Documenti commerciali di una o più ditte che affittano spazi quando non sanno dove mettere vecchie fatture, documenti e quintali di carta che bisogna tenere ma nessuno guarderà...
La “legge Basaglia” (la n. 180 del 13 maggio 1978) ha chiuso gli ospedali psichiatrici istituendo i Servizi di igiene mentale pubblici, anche se molti istituti rimasero in realtà aperti fino agli anni Novanta. Fino alla riforma, comunque, la...
Shock traumatico per lo più, dovuto a situazioni che hanno lasciato tracce nella psiche difficili da sanare, tanto da indurre comportamenti ritenuti potenzialmente pericolosi per sé e per gli altri. O magari semplicemente stati depressivi gravi. Ma anche paura, paura...
Intorno alla metà del secolo scorso inizia un graduale ripensamento del ruolo degli istituti di cura delle malattie mentali, e delle modalità di inserimento dei malati nella società. Da “alienati” inavvicinabili, i “matti” cominciano a essere visti come persone...
Forse si risolverà presto il problema della sede dell’Associazione “Gli Altri” di Rosanna Benzi (vissuta 29 anni nel polmone d’acciaio) dopo l’improvviso e inaspettato sfratto ricevuto da parte di don Rosario Fazio, parroco della chiesa SS. Annunziata del Chiappeto...
I disagi della cecità? Si possono affrontare e spesso superare grazie al teatro. Generalmente non si fa caso, ma le persone non vedenti tendono ad essere rigide, a muoversi a piccoli passi aiutandosi col bastone bianco nel buio immenso...
L’atmosfera è quella di una rimpatriata di compagni d’avventura, venuti ad ascoltare un vecchio amico. Sono per lo più i fan di sempre a riempire il Carlo Felice di Genova. Quelli che c’erano quando Francesco Guccini cantava con la...
Il tesserino da giornalista pubblicista? «Consente di entrare gratis al teatro» e «di avere prezzi ridotti per le spedizioni» (sic!). Ovviamente il sacro fuoco del giornalismo non colpisce al cuore certo per questo, ma «le agevolazioni che questo mestiere...
La firma di Repubblica Enrico Franceschini ha scritto un romanzo che prende un po' in giro i colleghi. A finire nel mirino (benevolo) della sua penna è una categoria particolare di giornalisti, quella forse più delle altre avvolta da...
Nel suo libro-reportage “Si fa presto a dire America” (1988), il giornalista Vittorio Zucconi traccia il ritratto di un Paese dai tanti estremi, in cui già allora si agitava un certo Donald Trump che minacciava (inascoltato) di candidarsi alla...